Bullismo giovanile: colpa degli ormoni?

Una recente  ricerca inglese dimostrerebbe che il comportamento antisociale dipenda da un deficit di cortisolo

I comportamenti antisociali sarebbero da attribuire alla presenza nel sangue di bassi livelli di cortisolo, l’ormone della risposta allo stress.

Di fronte a una situazione stressante, la secrezione di cortisolo nel sangue aumenta e l’ormone aiuta una persona a controllare le emozioni; questo processo sembrerebbe deficitario negli adolescenti.

Il bullismo giovanile sembrerebbe poter essere spiegato anche alla luce di un disturbo di tipo organico.

I ricercatori hanno studiato un gruppo di studenti ai quali hanno prelevato campioni di saliva, misurato i livelli di cortisolo sia in situazioni stressanti che non.

I ragazzi con comportamenti anti-sociali sono risultati carenti nella secrezione di cortisolo.

 

0 commenti Aggiungi il tuo

  1. Marco Bastianello ha detto:

    Ancora coll’ approccio positivista? Sigh :'(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *