Cani e ansia: anche i cani assumono ansiolitici

L’ansia non è una emozione solo umana e molti cani sembrano gestirla male, manifestando agitazione, fobie, ansia da separazione, timore di luoghi e contesti specifici.

Sono infatti molte le situazioni che possono provocare ansia nel cane. E proprio come per l’uomo, anche ai cani vengono prescritti ansiolitici, in particolare le benzodiazepine.

Come si manifesta l’ansia nel cane?

I principali sintomi sono nervosismo, abbondante salivazione, tremore, iperattività, abbaiare oltre il solito o oltre il dovuto, comportamenti aggressivi o distruttivi o comportamenti ripetitivi per alleviare lo stress. Alcuni di questi comportamenti possono anche portare il cane a provocare danni.

Prima di pensare ad un farmaco, per il trattamento di questi sintomi, sarebbe opportuno tentare strategie comportamentali di desensibilizzazione e cercare di creare un ambiente familiare sereno. Se questo non fosse sufficiente, solo dopo aver consultato un veterinario, è possibile pensare all’uso di un farmaco.

Le tecniche di desensibilizzazione sembrano garantire effetti di lunga durata, lavorando sulla causa dell’ansia e delle fobie, promuovendo quindi una migliore qualità della vita. Il farmaco invece sembra avere effetti certi a breve termine, ma non a lungo termine, lavorando solo solo sull’estinzione del sintomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.