I benefici della lettura

I benefici della lettura Forse leggiamo poco per mancanza di tempo, spesso perché le abitudini della vita quotidiana ci impongono ritmi serrati che lasciano poco spazio alla riflessione, al silenzio, alla possibilità di stare soli con noi stessi. Siamo troppo schiavi del l’interattività, dell’azione, che impone al tempo di contrarsi seguendo processi sequenziali e meccanici….

Il bilinguismo nello sviluppo cognitivo: uno svantaggio o una risorsa?

Il bilinguismo nello sviluppo cognitivo: uno svantaggio o una risorsa? A partire dagli anni ’60 i gli psicolinguisti hanno cominciato ad interessarsi alla dimensione del bilinguismo, fenomeno che si verifica in tutte quei casi in cui lo sviluppo linguistico del bambino avviene tramite l’apprendimento simultaneo di due lingue: quella del luogo di origine e quella…

La figura del tutor nei disturbi DSA

Tra le difficoltà portate dai disturbi DSA v’è anche e soprattutto quella che vede i bambini impossibilitati nello svolgimento dei compiti a casa, da soli, e nel condurre un progetto di studio autonomo e consapevole, in grado di strutturare il tempo e le risorse cognitive da dedicare a ciascuna materia. Il deficit nella memoria e…

L’evoluzione del disegno infantile

Volendo percorrere una panoramica sullo sviluppo della capacità grafica del bambino, vediamo come l’abilità del disegno si mostri più precoce rispetto all’acquisizione delle capacità grafiche. Il bambino, già prima di mostrare competenze di scrittura mostra un particolare interesse per il foglio bianco e la penna, che nei primi 16- 18 mesi impugna senza alcune consapevolezza,…

Criminalità e bullismo

Spesso le notizie di cronaca riferiscono atti di violenza a danno di persone che casualmente si trovano ad essere oggetto di aggressioni. Bisogna tuttavia distinguere la criminalità e il bullismo perché gli aspetti di questa violenza gratuita hanno connotazioni diverse. Il bullismo si verifica quando ” uno studente è prevaricato o vittimizzato, quando viene esposto…

Analisi dei fondamenti della pedagogia di Steiner

“Soltanto grazie a un diventare liberamente attivi dentro si può vivere la pedagogia come un’arte, solo in tal modo l’insegnante può diventare un artista della pedagogia” (“Arte dell’educare”) Il quadro storico nel quale Steiner fondò la prima scuola waldorf è quello successivo alla prima guerra mondiale quando nell’Europa si percepiva uno spirito di rinnovamento e…

Genitori e figli alla pari nel bisogno di realizzazione

I tradizionali ruoli genitoriali, caratterizzati da una ben definita concezione del padre e della madre, nel tempo sono cambiati. Sono diventati aperti e liquidi allo stesso momento; di autorità e assenza allo stesso modo; di modello e di mancanza di riferimento tale da creare spesso confusione. Basti pensare quanti genitori infondono regole sull’utilizzo dei social…

L’educazione al bello

La pedagogia del bello rappresenta un percorso importante per educare i bambini, fin da piccoli, alla conoscenza del mondo e della sua rappresentazione. L’ambiente di vita può stimolare la ricerca del bello se offre alla vista  oggetti gradevoli e colorati. La pedagogista Maria Montessori si fece portavoce di questo messaggio perché nelle sue scuole l’arredamento…

I cambiamenti climatici

La storia meteorologica ci suggerisce che il cambiamento in atto è un fenomeno ciclico che in passato ha inciso fortemente sulle capacità di adattamento della specie umana e non solo di essa. Ormai da tanti anni si dibatte a livello internazionale sui cambiamenti del clima. Comunque con l’avvento della rivoluzione industriale l’uomo ha modificato radicalmente…

Tra genitori e figli, la trasmissione dell’ansia

La nostra cultura educativa, volendo o nolendo si configura di evitamento, nel senso che comunemente si cerca di insegnare, sin da bambini come evitare le ansie, le paure, i timori. Là dove si dovrebbe fare prevenzione, inconsapevolmente si fa evitamento. Molti genitori, pur con le migliori intenzioni non insegnano a stare nella paura, a vivere…