Il bilinguismo nello sviluppo cognitivo: uno svantaggio o una risorsa?

Il bilinguismo nello sviluppo cognitivo: uno svantaggio o una risorsa? A partire dagli anni ’60 i gli psicolinguisti hanno cominciato ad interessarsi alla dimensione del bilinguismo, fenomeno che si verifica in tutte quei casi in cui lo sviluppo linguistico del bambino avviene tramite l’apprendimento simultaneo di due lingue: quella del luogo di origine e quella…

La figura del tutor nei disturbi DSA

Tra le difficoltà portate dai disturbi DSA v’è anche e soprattutto quella che vede i bambini impossibilitati nello svolgimento dei compiti a casa, da soli, e nel condurre un progetto di studio autonomo e consapevole, in grado di strutturare il tempo e le risorse cognitive da dedicare a ciascuna materia. Il deficit nella memoria e…

La valutazione a fine anno scolastico

L’andamento epidemiologico della diffusione del Corona virus non consente, ora come ora, di definire una data certa per il rientro a scuola. I docenti si sono trovati ad utilizzare nuovi strumenti nella didattica a distanza che escludono chiaramente il rapporto diretto con gli alunni.  Nella comunicazione tuttavia la trasmissione orale non è il solo aspetto…

A casa con i bambini: le attività di tipo manuale e ricreativo

In questo periodo in cui le scuole sono chiuse e non sono consentiti gli spostamenti i genitori possono proporre ai propri figli  varie attività di tipo manuale e ricreativo. A questo proposito la SIPPS ( società italiana di pediatria preventiva e sociale) ci propone un decalogo di riferimento molto utile. Il tempo  dedicato a loro…

Genitori efficaci a comunicare

Alla ricerca di una comunicazione influente e autorevole, oggi sempre più genitori utilizzano con i figli messaggi prepotenti o supplichevoli. Questa oscillazione si riflette inevitabilmente nella loro relazione con i figli. Da messaggi poco chiari a frasi ambigue, mamme e papà si sentono frustrati dalla consapevolezza non solo di non raggiungere l’obiettivo desiderato (far cessare…

Lo stile pedagogico nella ricerca del bello

I bambini sono molto curiosi di natura e spesso le loro domande ci sorprendono. La naturalezza e la semplicità nel dare loro delle risposte è un modo per avvicinarli alla conoscenza di tanti e svariati fenomeni della natura. Per questo motivo le attività prescientifiche rappresentano un approccio qualitativamente importante per la conoscenza dell’ambiente. L’uso dei…

La rivoluzione verde

Il pianeta sul quale viviamo già da tempo è minacciato da un lento e inarrestabile declino. La biosfera è l’ambiente abitato dagli esseri viventi ( animali, vegetali e uomini) che interagiscono tra loro nei vari livelli trofici della catena alimentare.  Dalla rivoluzione industriale a oggi il progresso tecnologico e industriale ha contribuito notevolmente all’inquinamento dell’atmosfera,…

Come è cambiato il linguaggio

Il linguaggio rappresenta da sempre l’atto principale della comunicazione che, tuttavia, nel corso del tempo si è profondamente trasformata. Spesso comunichiamo senza avere di fronte l’interlocutore e soprattutto tra i più giovani il linguaggio è diventato sempre più scarno e limitato. Le ricerche in questo campo mettono in evidenza una carenza strutturale del bagaglio di…

Analisi dei fondamenti della pedagogia di Steiner

“Soltanto grazie a un diventare liberamente attivi dentro si può vivere la pedagogia come un’arte, solo in tal modo l’insegnante può diventare un artista della pedagogia” (“Arte dell’educare”) Il quadro storico nel quale Steiner fondò la prima scuola waldorf è quello successivo alla prima guerra mondiale quando nell’Europa si percepiva uno spirito di rinnovamento e…

L’educazione al bello

La pedagogia del bello rappresenta un percorso importante per educare i bambini, fin da piccoli, alla conoscenza del mondo e della sua rappresentazione. L’ambiente di vita può stimolare la ricerca del bello se offre alla vista  oggetti gradevoli e colorati. La pedagogista Maria Montessori si fece portavoce di questo messaggio perché nelle sue scuole l’arredamento…