Depressione under 14 – media sotto accusa

Depresse a 14 anni, per colpa dei media. Questa l’accusa di un rececente studio inglese, sugli effetti dell’esposizione ai media nelle giovanissime.

Secondo uno studio inglese la responsabilità della pressione vissuta dalle giovani teeneger inglesi, depresse e provate dal senso di inadeguatezza è anche a carico dei modelli sessuali ed estetici proposti da riviste e web.

Lo studio britannico è stato promosso dalla Girlguiding britannica e dalla Mental Health Foundation.

I media promuoverebbero una crescita accellerata ed una maggior vulnerabilità, con spinte alla perfezione, alla magrezza, alla fama a tutti i costi.

Secondo il sondaggio "Generazione sotto stress?", a cui hanno partecipato circa 300 adolescenti, due ragazze su cinque, subito dopo aver letto una rivista o dopo aver visitato un sito, avvertono un senso di ansietà, disagio e depressione.

Il 42% delle giovanissime tra i 10 e i 14 anni è stato oggetto di offese o prevaricazioni, il 32% ha un amico/a che soffre di disordini alimentari.
La metà del campione afferma di conoscere almeno un coetaneo che soffre di depressione.
Sembra infine normale  per le giovani donne e per le ragazzine avere comportamenti autolesionisti.

Sotto accusa due fattori: la qualità dell’informazione e dell’intrattenimento, ma la prematura esposizione di molte pre-adolescenti a tali messaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *