Il Disimpegno Morale – Bandura

Albert Bandura

Il disimpegno morale è un costrutto proposto da Bandura (1986) nel contesto della teoria socialcognitiva della condotta aggressiva.
Bandura adotta una prospettiva interazionista secondo la quale l’azione morale può essere compresa attraverso una prospettiva integrata in cui la persona, il suo comportamento e l’ambiente sono tre fattori reciprocamente dipendenti.
La costruzione delle strutture cognitive di autoregolazione della condotta sono fortemente influenzate dall’interazione di questi fattori. Il costrutto di disimpegno morale rappresenta l’insieme dei dispositivi cognitivi interni all’individuo, socialmente appresi e costruiti, che liberano l’individuo dai sentimenti di autocondanna, lesivi per l’autostima, nel momento in cui viene meno il rispetto delle norme.
I meccanismi di disimpegno morale descritti da Bandura sono otto: la giustificazione morale; l’etichettamento eufemistico; il confronto vantaggioso; la distorsione delle conseguenze; il dislocamento della responsabilità; la diffusione di responsabilità; la deumanizzazione; l’attribuzione di colpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *