La vittima – definizioni e caratteristiche

Due tipi di vittime:

•    La vittima passiva: è un bambino timido e tranquillo, ansioso, con scarsa autostima, incapace di difendersi, che crolla facilmente di fronte allo scherno, alle minacce e all’aggressione del bullo.

•    La vittima che provoca: attira su di sé il bullismo a causa del suo comportamento sopra le righe. Irascibile, crea situazioni conflittuali e reagisce agli insulti e al bullismo, forse aggravandoli.

Possiamo distinguere

•    le vere vittime, cioè bimbi che si descrivono tali e che così vengono descritti dai compagni
•    i paranoici che si descrivono come vittime sebbene i loro compagni non li considerino tali
•    le vittime che negano il ruolo, negando di essere vittime mentre i compagni li reputano tali

Caratteristiche della vittima

•    Scarsa autostima
•    Poca fiducia nelle proprie capacità.
•    Difficoltà a sentirsi accettati dagli altri, convincendosi di essere incapaci di concludere qualcosa di positivo.
•    Timidezza, ansietà e chiusura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *