NELLA POZZANGHERA, IL MIO RIFLESSO.

Come sei bello

Guarda che occhi

Che capelli morbidi

Io guardo e riguardo

e poi casco dentro.

La pozzanghera non c’è più.

Solo qualche piccola macchia di

sangue.

Dott. Ernesto Maria Amico
di MediareModena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.