Premio internazionale “Casato Prime Donne” – Montalcino

Le Fattorie Casato Prime Donne a Montalcino e del Colle a Trequanda bandiscono la ottava edizione del Premio Internazionale “Casato Prime Donne" 2006.

La Commissione giudicatrice è composta da
Francesca Colombini Cinelli     Presidente
Ilda Bartoloni      
Rosy Bindi      
Anselma Dell’Olio      
Marialina Marcucci      
Melania G. Mazzucco      
Anna Pesenti      

Gli articoli giornalistici e i servizi televisivi o radiofonici che parteciperanno al concorso devono essere stati pubblicati o trasmessi, anche in internet, tra il 20 luglio 2004 e il 15 giugno 2005 e devono giungere alla segreteria del Premio entro la data e all’indirizzo indicato in 14 copie.

A tutti coloro che parteciperanno al concorso sarà inviato un omaggio di vini.

La premiazione avverrà sabato 16 settembre 2006 a Montalcino (Siena).

Premio "Prima donna" assegnato dal Presidente della Giuria Francesca Colombini Cinelli
Sarà premiata a scelta della Giuria, una donna italiana o straniera, che si è particolarmenbte distinta per coraggio ed eticità di comportamenti e che con il suo impegno ha valorizzato la presenza femminile nella società e nel lavoro. La vincitrice verrà scelta ad anni alterni nei settori della cultura, comunicazione e giornalismo, della politica e sociale.
Il premio è costituito è costituito da bottiglie di Brunello e di altri vini di Donatella Cinelli Colombini per un valore di € 1.000,00 e da € 2.000,00 più la disponibilità di un appartamento agrituristico nella Fattoria del Colle di Trequanda per una settimana nell’anno 2007.

Premio "Provincia di Siena" per la Letteratura e la Scienza vitivinicola
Sarà premiato, a scelta della Giuria, un esperto italiano o straniero, vivente, autore di un libro edito nei tre anni precedenti riguardante la vite ed il vino italiani (preferibilmente senesi) intesi come manifestazioni di civiltà oppure studiati sotto il profilo scientifico o economico.
Il premio è costituito è costituito da bottiglie di Brunello e di altri vini di Donatella Cinelli Colombini per un valore di € 1.000,00 e da € 2.000,00 più la disponibilità di un appartamento agrituristico nella Fattoria del Colle di Trequanda per una settimana nell’anno 2007. Il vincitore sarà ospite di due scuole senesi dove, in accordo con l’Amministrazione Provinciale, terrà lezione.

Premio Camera di Commercio di Siena
per fotografie sul tema "Genti e terre dei vini Brunello e Orcia"
Sarà premiata, a selezione della Giuria e a scelta di una Giuria popolare, una fotografia pubblicata su libri, quotidiani o periodici editi dal 15 giugno 2005 al 15 giugno 2006, riguardante il territorio dei vini Brunello e Orcia nei loro aspetti artistici, paesaggistici, ambientali umani e produttivi.
Le fotografie in concorso dovranno pervenire in 2 copie (è importante l’invio della foto originale) alla segreteria del Premio entro la data indicata. Gli autori delle cinque foto finaliste sono tenuti a consentire la pubblicazione e l’esposizione delle loro immagini nelle rassegne dedicate al Premio.
Il premio è costituito è costituito da bottiglie di Brunello e di altri vini di Donatella Cinelli Colombini per un valore di € 1.000,00 e da € 2.000,00 più la disponibilità di un appartamento agrituristico nella Fattoria del Colle di Trequanda per una settimana nell’anno 2007.

SEZIONE GIORNALISTICA

Premio Monte dei Paschi di Siena sul tema "Una donna scrive per il vino"
Per articoli e servizi radiotelevisivi a firma femminile sul tema vitivinicolo preferibilmente riferito ai vini di Montalcino e della Val d’Orcia.

Premio "Comune di Montalcino"
Per scrittori e giornalisti italiani o stranieri autori di articoli sul tema "Io e Montalcino", interpretazione personale anche in chiave fantastica e favolistica di Montalcino nei suoi aspetti storici, culturali, paesaggistici e agricoli.

Premio "Montalcino: la sua storia, la sua arte, il suo vino"

Per servizi televisivi o radiofonici italiani o stranieri, sul tema "Montalcino la sua storia, la sua arte, il suo vino".

    A ciascuno dei vincitori sarà assegnato un premio di bottiglie di Brunello e di altri vini di Donatella Cinelli Colombini per un valore di € 1.000,00 e da € 1.500,00 più la disponibilità di un appartamento agrituristico nella Fattoria del Colle di Trequanda per una settimana nell’anno 2007.

Casato Prime Donne
è un premio internazionale di scienza vitivinicola, giornalismo e fotografia che incorona la “Prima Donna” un personaggio femminile che si è distinto nella valorizzazione del ruolo delle donne italiane nella società e nel lavoro. Prime Donne è nome della prima cantina italiana con un organico interamente femminile che è sorta sulle pendici di Montalcino (Siena) nel 2001. Prime Donne è dunque un progetto articolato per la valorizzazione della campagna e soprattutto della campagna al femminile. Ha il suo momento culminante nella premiazione che avviene alla fine di settembre nel teatro di Montalcino – uno dei paesi medievali più belli della Toscana.

Il bando prevede varie sezioni, la principale delle quali premia una donna che ha dedicato la sua vita alle altre donne. Gli altri premi mirano più direttamente alla valorizzazione della campagna senese in tutti i suoi aspetti umani, culturali e produttivi. Proprio il vino, più nobile e prestigioso fra i frutti di questa terra, ha un rilievo particolare con il premio per la letteratura e scienza vitivinicola assegnato dalla Provincia di Siena. Il vincitore è tenuto ad effettuare due lezioni ai giovani enologhi senesi dell’Istituto Agrario e dell’Università. Anche il Premio patrocinato dalla Camera di Commercio di Siena è in diretto collegamento col territorio e pone davanti ad una giuria di 50 persone, in rappresentanza di tutte le attività e delle amministrazioni dei tredici comuni in cui si producono Brunello e Doc Orcia, le più belle foto di questa splendida campagna. Paesaggi fra i più fotografati del mondo che costituiscono un durissimo banco di prova per i reporters di professione che danno, a chi vive qui, la possibilità di capire come la loro terra venga percepita dall’esterno. I premi giornalistici vogliono essere un tributo verso chi studia o divulga Montalcino e i suoi vini. Ai vincitori vanno, oltre al denaro, bottiglie di Brunello e la possibilità di soggiornare per una settimana in agriturismo; un’opportunità che per molti autori, soprattutto esteri, si è consolidato in un legame permanente con i soggiorni frequenti di Robert Fox, Horst Dippel, Helle e Alfredo Tesio.
I premi sono patrocinati dal Comune di Montalcino, dal Monte dei Paschi di Siena e dal Consorzio del vino Brunello e riguardano libri, articoli o servizi radiotelevisivi. Fanno da cornice all’intera manifestazione le fattorie di Donatella Cinelli Colombini, pioniera del turismo del vino in Italia e ideatrice della giornata "Cantine Aperte", oggi Assessore al Turismo a Siena. Sono infatti i vini e le cantine del Casato Prime Donne a Montalcino e della Fattoria del Colle di Trequanda il maggior sponsor di questo premio e di un nuovo messaggio per le donne impegnate in agricoltura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *