Riprendiamoci la nostra vita

Ancora un Natale e poi la fine di un anno in questi giorni di frenetica attesa.
La corsa ai regali e alle spese per i pranzi e le cene con parenti e amici. Addobbi natalizi da attaccare scegliendo angoli e pareti delle nostre case, liste e nomi, pacchi e pacchetti da mettere sotto l’albero per la notte più speciale dell’anno.

La nostra corsa quotidiana diventa più intensa contando i giorni che ci separano da un traguardo atteso e desiderato che mostra sempre la sua particolare magia e bellezza. La parola “natale” significa nascere e quasi sempre dimentichiamo che per nascere, o meglio, rinascere, bisogna iniziare a vivere e a imparare, conoscere e mostrare entusiasmo per tutto ciò che guardiamo con occhi nuovi e curiosi di scoprire il mondo.

Non è facile nel mondo in cui viviamo cercare e trovare la bellezza e la serenità, i veri sentimenti e la solidarietà, la comprensione e l’ottimismo, non c’è nessuna ricetta che ci possa regalare la felicità per noi e per i nostri cari.
Aspettiamo sempre che qualcosa, al di fuori di noi, possa cambiare la nostra vita ed esaudire i nostri desideri, un babbo Natale pronto a dispensare doni e a colmare insoddisfazioni e solitudine, un oroscopo dorato che ci proietti in un futuro pieno di stelle e di fortuna.

Ma per nascere bisogna necessariamente anche soffrire, imparare con fatica a fare i primi passi nella vita che spesso diventa una strada difficile e in salita dove nessuno può e deve aiutarci a raggiungere con il minimo sforzo la cima della montagna.

Riprendiamoci la nostra vita, i nostri pensieri spesso carichi di sentimenti negativi che ci appesantiscono fino a toglierci, a volte, il respiro e proprio da lì, da questo punto instabile e precario iniziamo a “potare”l’albero che ha bisogno di riscoprire una nuova linfa e  crescere più forte e vigoroso in attesa che la nuova stagione della vita possa dare frutti maturi e sentimenti pieni di ottimismo e di voglia di cambiamento.

Un Natale da contemplare e non consumare in fretta, da conoscere intimamente accogliendolo con serenità, nella mente e nel cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *