Baby gang, sei stranieri arrestati a Torino

Tratto dal Corriere della sera
Quattro marocchini, un algerino e un turco fra 15 e i 17 anni
Avevano appena portato via il cellulare a un italiano 19enne, ma gli investigatori sospettano che abbiano compiuto anche altri colpi
   
TORINO – Giovanissimi figli di extracomunitari perfettamente integrati nella comunità: è l’ identikit dei sei componenti di una baby gang, tutti di età compresa fra 15 e i 17 anni, arrestati a Torino dai carabinieri. I ragazzi (quattro marocchini, un algerino e un turco) avevano appena portato via il cellulare a un giovane italiano poco più grande di loro, ma gli investigatori dell’Arma sospettano che abbiano compiuto alcuni colpi denunciati nella zona del lungofiume dei Murazzi i giorni scorsi. Prima di essere portati nella struttura di prima accoglienza del carcere minorile Ferrante Aporti, i sei sono stati invitati a chiamare a casa ma, evidentemente temendo la reazione dei genitori, non lo hanno fatto.

«DACCI QUALCOSA O FINISCE MALE» – Non è la prima volta che viene segnalata un rapina compiuta da una baby gang il sabato sera nella zona di Torino che gravita fra il Po, il quartiere San Salvario, il parco del Valentino e i Murazzi, e proprio per questo i carabinieri hanno cominciato a dedicare una particolare attenzione a questo nuovo fenomeno. Ultimo a essere preso di mira un italiano di 19 anni: non aveva soldi e i bulli, dopo averlo circondato, gli hanno detto che se non avesse dato loro qualcosa «sarebbe finita male». Poi si sono allontanati a piedi, senza sapere che alcuni cittadini – e il cugino del rapinato, che dalla sua auto aveva visto la scena – avevano chiamato il 112. I militari hanno rapidamente individuato e bloccato il sestetto, recuperando, oltre al cellulare, anche la carta sim che era stata gettata via.

Corriere della sera 21 maggio 2006

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *