Bambini e cellulare – studio dell’Università Cattolica

Una recente ricerca della Cattolica allarma rispetto al fatto che il cellulare entra in tasca prima dei 10 anni.

Il 98% dei ragazzi di tredici anni ha in tasca un telefonino, evidenziando un rapporto sempre più precoce.

Il 98% dei ragazzi milanesi di terza media possiede un telefonino personale; nella grande maggioranza dei casi, circa l’80%, il cellulare entra in tasca prima dei dieci anni.

Il cellulare funge da potente ansiolitico per i genitori.

….

Dietro la scelta di dotare un bambino del cellulare vi è il bisogno di controllo e l’ansia genitoriale.
Il telefono dei più piccoli infatti riceve più che inoltrare chiamate, segno della funzione di monitoraggio datagli.
Solo a partire dalla preadolescenza ed adolescenza il telfono inizia ad assumere un ruolo relazionale e di scambio tra pari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *